Q

...PerChè quEsTo BloG... TANTI BLOG NASCONO CON L'INTENTO DI AIUTARE A TROVAR CASA AI CANI IN DIFFICOLTÀ, QUESTO MIO VUOLE RENDERE LA RICERCA PIÙ CONCENTRATA POSSIBILE PUBBLICANDO GLI APPELLI CHE RIGUARDANO SOLAMENTE PIT BULL, AMSTAFF, STAFFY E LORO INCROCI. SE SIETE INNAMORATI DI QUESTE RAZZE, QUI TROVERETE GLI APPELLI DIVISI PER SESSO, ETÀ E REGIONE IN CUI SI TROVANO. LA SEZIONE URGENTI E' DEDICATA A CANI IN EVIDENTE SITUAZIONE D'EMERGENZA QUALI ABBANDONO IN STRADA, MALTRATTAMENTO, RISCHIO SOPPRESSIONE, ECC... LE ADOZIONI DEL CUORE SONO RIVOLTE AI PIU' BISOGNOSI IN ASSOLUTO PERCHE' ANZIANI, PERCHE' MALATI, PERCHE' NESSUNO LI CONSIDERA MAI. LA SEZIONE FRIENDLY RACCOGLIE GLI APPELLI DEI PIT COMPATIBILI CON ALTRI ANIMALI (CANI, GATTI). E LA SEZIONE ERGASTOLANI... BHE QUELLA PARLA DA SE'... purtroppo è risaputo che pochi sono disposti ad adottare cani anziani, se Pit Bull ancor di più... alcuni hanno affibbiato alla razza caratteristiche che in realtà vanno considerate cane per cane, voi non fatevi ingannare da quello che si dice in giro: ogni cane di razza o meticcio che sia se accudito male, mal educato o trascurato, può diventare un cattivo cane! E' importante sapere che bastano poche doti, ma necessarie, per adottare un cane di questa razza: servono equilibrio, coerenza, autorevolezza. E amore certamente. OGNI SINGOLO APPELLO CONTIENE I RIFERIMENTI DA CONTATTARE PER INFO E ADOZIONE. NEL CASO NON TROVIATE IL CANE PER VOI TORNATE A VISITARE IL SITO, E' COSTANTEMENTE AGGIORNATO. E... SE AVETE ADOTTATO UN PIT VEDENDOLO SU QUESTO SITO VORREI SAPERLO! SCRIVETEMI E VERRETE PUBBLICATI: amicopitbull@gmail.com


mercoledì 30 novembre 2016

HALLEY - incrocio Pit femmina a Latina HA PAURA DI USCIRE DAL BUCO DI CEMENTO CHE LA IMPRIGIONA DA 13 ANNI. I SUOI OCCHI SONO SPENTI, HA SUBITO UNA PRIVAZIONE SENSORIALE PER 10 ANNI, SENZA INTERRUZIONE. MA HALLEY E’ BUONISSIMA, SI FA ACCAREZZARE. NON LE RIMANE MOLTO DA VIVERE





















28/11/2016: MASSIMA DIFFUSIONE! Latina: adottabile nel Nord e Centro Italia.

Si pensa a volte che ci sia un limite, all’orrore, a quello che gli uomini possono fare ad un cane buono. E poi si scopre sempre che non c’è, le nostre speranze svaniscono quando ci raccontano storie come quella di Halley, un pugno nello stomaco, un dolore agli occhi che dobbiamo ricacciare indietro, per scrivere di lei.

Halley è nata nel 2001/2002, un incrocio pit marrone che doveva essere bellissima. Ma nel 2003 il suo padrone la porta in canile, probabilmente ha scoperto crescendo che Halley non era pura.

Nel 2003 prendono Halley, aveva solo 1-2 anni, e la chiudono in una gabbia di ferro, un box che doveva essere solo di isolamento sanitario, che misura 1 metro per 1 metro. La chiudono lì da sola, senza la compagnia di nessuno e non la fanno uscire mai, mai, per 10 anni.

Halley è cresciuta senza poter camminare, solo, riusciva a girarsi; a malapena a sdraiarsi per dormire. Senza uscire mai da li, per 10 lunghi anni.

Ci lamentiamo, ci indigniamo per i paesi che praticano torture psicofisiche. Perché?

La volontaria non sapeva neppure della sua esistenza. Ma nel 2013 arriviamo in quel canile, cominciano grazie a voi le adozioni e quei box terribili a poco a poco vengono svuotati.

Halley nel 2013 viene portata fuori da quella tomba per la prima volta, e messa in un box di 2,5 metri per 2, insieme ad un altro cane.

Neppure da qui esce mai, ma almeno ora può fare 2 passi e non è più sola.

Halley vive da 13 anni in canile, e per 10 anni in isolamento e senza muoversi. I suoi occhi sono spenti, svuotati.

Adesso se si apre il suo box lei non esce, anche se ci allontaniamo, non esce. Halley ha paura dell’esterno, ormai non sa più cosa c’è fuori. Aprendo la grata del suo box rimane ferma come una statua di sale. Non esce, ha troppa paura di quello che c’è fuori dal suo piccolo box.

Quando, dopo 10 anni di isolamento inumano, hanno detto ad Alekos Panagulis che era libero, che poteva uscire, lui si è rifiutato di uscire dalla tomba dove il dittatore lo aveva rinchiuso. Lo hanno dovuto portare fuori di peso. E per settimane, per mesi, gli girava la testa, non riusciva ad andare diritto, lo spazio era troppo grande.

Così accade ad Halley.

Halley è sterilizzata, pesa circa 25Kg, è buonissima con tutti i cani, ed anche con le persone. Dalla volontaria si lascia accarezzare.

Ma è spenta, come se fosse vuota. Non conosce niente, fa una tenerezza infinita. Si è repressa così tanto, per sopravvivere per 10 anni in 1 metro quadro di cemento, da annullarsi.

Solo un’adozione può salvarla. Solo ritrovarsi all’improvviso fuori, all’improvviso su un prato, vicino ad un albero, farà riaccendere i suoi occhi e la sua anima.

Avere all’improvviso pappe calde e morbide. All’improvviso un materassino morbido e asciutto dove dormire.

Come se si fosse addormentata e stesse sognando. Ma ci saranno le vostre carezze a ricordale ogni giorno che non è morta, e che non è un sogno. Che la vita era questo. Perché se qualcuno chiamerà per lei, noi la prenderemo in braccio e la porteremo fuori di peso, verso una staffetta, verso la sua casa. 

Ha quasi 15 anni, ha patito tanto. E’ vissuta sola, oltre che in una gabbia piccolissima, anche sola, senza la compagnia di un altro cane. Non lasciamola morire qui. Non può compiersi anche questo orrore. Come se noi non ci fossimo stati. Come se non avessimo visto.

L’abbiamo chiamata Halley come la cometa, perché è arrivata in canile a Dicembre 2013, come una cometa che brillava. Poi la cometa scompare dai nostri cieli e riappare dopo tanti anni. E ora, per Halley, sono passati tanti anni, e siamo di nuovo a Dicembre. Facciamo si che la vita la riporti sulla terra, a brillare con la sua luce ancora una volta, prima di spegnersi. 

ACCETTIAMO ANCHE UNO STALLO. PORTEREMO HALLEY DAPPERTUTTO CON UNA STAFFETTA.


PER ADOZIONE O STALLO:
contattare Tina 345.4931295 (LASCIATE UN SMS CON IL NOME DEL CANE E VERRETE RICHIAMATI)